Rimani sempre aggiornato! Seguimi sui social!👍

Prima di parlare di Osteopatia e Pubalgia bisogna capire cosa intendiamo per pubalgia e come riconoscerla prima di correre ai ripari.

Pubalgia come riconoscerla?

Pubalgia come riconoscerla? Quando parliamo di pubalgia ci riferiamo ad una infiammazione della zona inserzionale (dove si attaccano) dei muscoli adduttori dell’arto inferiore. Si chiama pubalgia proprio perché la zona dove sono infiammata è la zona del pube. E’ una infiammazione che aumenta durante l’attività fisica e diminuisce, fino a scomparire con il riposo.

Essendo un’infiammazione dei muscoli adduttori, alimentata dal movimento, le persone che ne risultano più colpite sono gli sportivi e nello specifico i calciatori, proprio a causa dell’eccessivo uso dei muscoli degli arti inferiori. Anche durante la gravidanza è possibile soffrire di questa problematica (leggi l’articolo pubalgia in gravidanza).

PubalgiaAlcuni sport riescono ad essere più predisponenti alla pubalgia di altri. Esempio il calcio.

Abbiamo detto che con il riposo, la pubalgia tende a risolversi. Non bisogna trascurarla! L’infiammazione del pube è una cosa da prendere con molta serietà. Infatti la sua funzione è quella di ammortizzatore le forze che derivano dagli arti inferiori e dalla parte superiore del corpo. L’infiammazione crea una situazione non ottimale, causando una non corretta funzione della sinfisi pubica che non riuscirà a dissipare le forze ascendenti e discendenti. Questo porterà il corpo a scaricare tali forze sulle anche e sulla colonna vertebrale portando, secondariamente, a problemi di anca e di schiena.

Osteopatia e Pubalgia: come curare la pubalgia

Adesso che abbiamo capito cos’è la pubalgia e a cosa può portare se tralasciata, parliamo perché osteopatia e pubalgia sono affini e perché l’osteopatia può essere vista come una possibile soluzione.

Ma come curare la pubalgia? La cosa positiva è che la pubalgia è una infiammazione e che teoricamente si presenta senza che ci sia stato trauma o alterazione della struttura stessa del bacino. Nella maggior parte dei casi, nel giro di un paio di sedute, l’osteopatia riesce a risolvere tale problematica.

La valutazione ed il trattamento sarà sempre globale. L’osteopata controllerà anche la corretta dinamica del bacino e della sinfisi pubica, nonché i suoi rapporti con l’arto inferiore attraverso i muscoli adduttori.

 

Osteopatia e pubalgiaBy BruceBlaus – Own work, CC BY-SA 4.0,

Fonte: https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=44925108

E’ imporante sapere che: ciò che causa la pubalgia è l’errata ed eccessiva tensione dei muscoli adduttori, ma bisogna tenere a mente che a volte i muscoli adduttori sono tesi per motivi che si discostano dalla tipologia di esercizio fisico e dai mancati esercizi di stretching post allenamento. A volte bisogna trovare la causa che crea il terreno fertile per l’instaurarsi della serie di eventi che porteranno successivamente alla pubalgia. Nello specifico riporto un caso clinico, così da rendere l’idea su quanto detto.

Caso di pubalgia in studio

Porto l’esempio di un paziente militante presso una delle società sportive con la quali collaboro. Si presenta con pubalgia da qualche settimana. Il bacino risultava leggermente bloccato.  Il blocco non era dovuto alla tensione muscolare, bensì da una tensione di tipo viscerale che limitava la meccanica del bacino stesso.

Osteopatia visceraleEsempio di trattamento della valvola ileocecale. Tale viscere ha rapporti con l’articolazione che avviene tra l’osso sacro e l’emibacino di destra.

Tale blocco provocava uno squilibrio delle tensioni tra la porzione del bacino destra e sinistra. Le diverse forze, invece che autoannullarsi nel bacino, venivano scaricate lungo gli arti inferiori, maggiormente sull’arto inferiore corrispondente al bacino bloccato. In un paio di sedute il dolore è diminuito notevolmente nonostante continuasse con gli allenamenti e le partite. Un consiglio fondamentale è stato quello di effettuare lo stretching post allenamento. Purtroppo per le sue tempistiche ristrette, spesso non riusciva a terminare lo stretching.

Adduttori infiammati? Parte del trattamento della pubalgia

Soffri di pubalgia?

Scrivimi ed esponimi il tuo problema!

Il contatto è gratuito e senza impegno. Possiamo valutare insieme le possibili soluzioni e se l’osteopatia può essere la soluzione al tuo problema! 

👇Compila il modulo sottostante!👇

Da quanto tempo?

Consenso trattamento dati personali

Ricezione aggiornamenti

8 + 13 =

Chiama il: 3282465646

Apertura studio

Lunedì-Sabato 9am-19pm.

Via G. Mattio Franco 10, 14015 San Damiano d’Asti a 15 km da Asti.

Email:

info@osteopatiaterranova.it

Pin It on Pinterest

Share This