Rimani sempre aggiornato! Seguimi sui social!👍

In questo breve articolo parleremo del conflitto subacromiale, conosciuto anche come impingement subacromiale. Parleremo anche della causa e delle possibili terapie per la risoluzione di tale disturbo.

Indice

Il conflitto sub acromiale è presente nel 44%-65% di tutte le denunce dei dolori alla spalla. Diversi studi hanno affermato che parte dei dolori della spalla, oltre all’impingement subacromiale, sono dovuti anche ad alterazione, infiammazione della cuffia dei rotatori, ovvero quei muscoli che rappresentano il principale mezzo di fissità dell’articolazione della spalla, ma soltanto una percentuale compresa tra il 20-50% si rivolge allo specialista per la risoluzione del problema.
Generalmente tale sindrome risulta maggiormente presente in determinati individui che effettuano movimenti ripetitivi nello sport come il nuoto, la pallavolo, pallamano e lavori manuali che richiedono un sovraccarico prolungato del braccio (costruttori, elettricisti, parrucchieri, ecc.).

Conflitto subacromiale

Designed by Kjpargeter – Freepik

Cos’è il conflitto subacromiale?

Il conflitto subacromiale deriva da due fattori:

  • Infiammazione;
  • Degenerazione.

Ovviamente ci riferiamo all’infiammazione e/o alla degenerazione delle strutture anatomiche che si trovano all’interno dello spazio subacromiale (spazio che viene a crearsi tra l’acromion, che è una porzione della scapola, e la testa dell’omero). Tale spazio, nella norma, è di 1-1,5 cm. Durante il movimento dell’arto superiore (omero), questo spazio tende a ridursi, specialmente nella rotazione interna e nell’abduzione.

Possibili cause dell’impingement subacromiale

Le cause sono incerte ma attualmente sono state individuate in:

  • Un’alterata vascolarizzazione del tendine del muscolo sopraspinato. Tale danno al sopraspinato tende a peggiorare nel corso degli anni creando una proliferazione casuale di matrice non collagenica e interruzione delle fibre di collagene.
  • Alterata forma dell’acromion, che attualmente è stato classificato in tre tipologie:
    • Piano (tipo1);
    • Curvo (tipo2);
    • Uncinato (tipo3).

Tali alterazioni di forma vanno a dare come risultato una ridotto spazio subacromiale, che porterà all’infiammazione delle strutture durante i movimento dell’arto superiore.

Che dolore si prova nel conflitto sub-acromiale?

Il dolore nell’impingement subacromiale è di tipo trafittivo associato ad una riduzione netta del range di movimento della spalla interessata. La persona risulta avere dolore principalmente durante il movimento di rotazione interna di 45° del braccio e abduzione di 90° del braccio.

Impingement subacromiale

Designed by Freepik

Terapia

La terapia per il conflitto subacromiale può essere di due tipologie:

  • Conservativa. In questo caso sono presenti diverse terapie mediche che possono aiutare a togliere l’infiammazione che viene a crearsi sul tendine del muscolo sopraspinato oppure che aiutino a lubrificare l’articolazione. Altra terapia conservativa è da vedere nella fisioterapia e nell’osteopatia. Queste ultime avranno lo scopo di liberare l’articolazione ed evitare/diminuire l’infiammazione della struttura;
  • Chirurgica. Qui si andrà ad agire sulla forma dell’acromion, si modificherà chirurgicamente andando così ad eliminare la problematica strutturale che ha portato al conflitto e a riparare la cuffia dei rotatori rovinata dall’artrico causato dal conflitto subacromiale. Generalmente l’intervento è in artroscopia, questo per garantire minore traumaticità dell’intervento, migliore decorso post operatorio.

Osteopatia e conflitto subacromiale

Prima di iniziare il trattamento è fondamentale fare una valutazione accurata del paziente, delle sue strutture e ovviamente della spalla interessata.  Tutto questo tramite:

  • Palpazione;
  • Valutazione del range di movimento dell’articolazione;
  • Valutazione attraverso test ortopedici con lo scopo, non di fare diagnosi (ruolo che spetta al medico), ma di valutare le diverse strutture per indagare sulla presenza di controindicazioni al trattamento.

Fatto ciò si potrà procedere con il trattamento osteopatico attraverso:

  • Tecniche di mobilità articolare;
  • Tecniche manuali sui tessuti molli.

Tengo a precisare che il trattamento ha lo scopo di liberare e migliorare la mobilità articolare. L’osteopatia è risolutiva soltanto nel caso in cui la causa è data da un’infiammazione dei tessuti, qualora la causa derivi dall’alterazione anatomica delle strutture che compongono l’articolazione, la risoluzione è prettamente medica, l’osteopatia potrebbe essere vista come terapia di supporto di tipo antalgico (togliere/diminuire il dolore). Infatti con la mobilizzazione e lo sblocco della struttura, l’osteopatia ha lo scopo di migliorare la vascolarizzazione così da aiutare il tendine del sovraspinato  a guarire in maniera spontanea.

Pensi di soffrire di conflitto subacromiale?

Scrivimi ed esponimi il tuo problema!

Il contatto è gratuito e senza impegno. Possiamo valutare insieme le possibili soluzioni e se l’osteopatia può essere la soluzione al tuo problema! 

👇Compila il modulo sottostante!👇

Consenso trattamento dati personali

Ricezione aggiornamenti

12 + 1 =

Chiama il:

Apertura studio

Lunedì-Sabato

9am-19pm.

Email

info@osteopatiaterranova.it

Via G. Mattio Franco 10, 14015 San Damiano d’Asti a 15 km da Asti.

Domande? Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This