Rimani sempre aggiornato! Seguimi sui social!👍

VALUTAZIONE POSTURALE: perché la consiglio

 Lo scopo della valutazione posturale è di natura puramente preventiva, poiché aiuta l’individuo ad evitare i traumi, dei quali tutti siamo soggetti, che colpiscono l’apparato muscoloscheletrico durante la normale vita quotidiana. È di fondamentale importanza il controllo del proprio equilibrio posturale.

Valutazione posturale

By LoStrangolatore – Own work, CC BY-SA 3.0.

Fonte: https://commons.wikimedia.org/

 

Valutazione posturale: in cosa consiste?

L’analisi posturale di un individuo consiste nella valutazione delle differenti parti corporee lungo i tre piani dello spazio (sagittale, frontale e trasversale). Il corpo presenta diversi punti, definiti di repere, che daranno informazioni riguardo la simmetria e l’equilibrio posturale della persona. Tale valutazione deve essere effettuata andando a valutare l’individuo nella sua totalità, quindi, per essere più precisi, bisogna parlare di valutazione posturale globale.

Analisi posturale

Tutto questo viene fatto a scopo preventivo. Il detto prevenire è meglio che curare calza a pennello, infatti, la valutazione posturale deve essere un esame volto alla prevenzione. Questo viene fatto perché, attraverso dei trattamenti di osteopatia, fisioterapia, di rieducazione posturale, si andranno a togliere tutti quei compensi che alla lunga porteranno a disfunzioni tali da creare disturbi e sofferenza alla persona.

Analisi posturale: cosa si valuta?

Abbiamo parlato di punti di repere e adesso andiamo a specificare quali sono le principali strutture a cui viene fatta maggiore attenzione durante la valutazione posturale. Sarò molto sintetico così da evitare di entrare troppo nello specifico:

  • Vengono valutate le cicatrici. Le cicatrici presentano in profondità aderenze che possono portare all’instaurarsi di tensioni che potrebbero ripercuotersi sull’equilibrio delle strutture limitrofe andando a modificare la loro normale funzione e mobilità;
  • Si valuta la posizione nello spazio del capo (anteriore, posteriore, traslato, inclinato);
  • Valutazione della simmetria di strutture come le orecchie, spalle, bacino, glutei;
  • Valutazione delle curve della colonna vertebrale, così da controllare la presenza di atteggiamenti scoliotici;
  • Valutazione della disposizione nello spazio del bacino (torsione, traslazione);
  • Si valutano le ginocchia e le caviglie controllando la presenza di valgismo (a X) o varismo a ();
  • Si valuta l’appoggio plantare.

Esame posturale

CONTATTAMI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Perchè richiedi la valutazione posturale?

13 + 7 =

VUOI FARE UN CONTROLLO? CONTATTAMI SENZA IMPEGNO!

Text neck

Con Text neck, ci si riferisce al dolore, alla rigidità del collo da posizione mantenuta nel tempo della testa durante la visione del cellulare. Scopri come rimediare…

leggi tutto

Nevralgia

Scopri cos’è la nevralgia e le differenti tipologie. Scopri come puoi porre rimedio ai differenti dolori nervosi attraverso il trattamento osteopatico.

leggi tutto

Ernia del disco

L’ernia del disco o ernia discale è presente spesso sulla colonna cervicale e lombare. Scopri le cause e come l’osteopata può aiutarti con lo specialista.

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This